Una settimana fa, giusto in tempo per l’inaugurazione della mostra a Torino, abbiamo ricevuto finalmente le prime copie di Italic 2.0. Il disegno di caratteri contemporaneo in Italia. Dietro la copertina azzurra con il titolo a secco sono raccolti i risultati di una ricerca iniziata due anni fa. Con Marta Bernstein, Luciano Perondi e l’aiuto di molti altri ne abbiamo tratto questo libro organizzato in cinque capitoli, per presentare quelle che ci sono sembrate essere le direzioni di sviluppo più significative del type design italiano di oggi: riscoperta dei modelli storici, sperimentazione e tecnologia, didattica, caratteri custom e progetti indipendenti.

Quella che abbiamo trovato al termine della ricerca è una realtà ricca e animata soprattutto da giovani designer, che hanno prodotto tesi di ricerca e caratteri tipografici degni di nota.Ad accompagnarli, una serie di saggi e commenti di autori diversi (Giovanni Lussu, James Clough, Antonio Cavedoni, Giovanni De Faccio, Claudio Piccinini e altri ancora) ed interviste ai committenti di alcuni dei caratteri più interessanti tra quelli realizzati di recente per sistemi di identità ed editoria.

Per conoscere i criteri con cui è stato realizzato il libro, e la mostra che ne è derivata, vi consiglio di leggere Che cos’è Italic 2.0 sul blog di Progetto Italic. Per vederli entrambi un po’ meglio, guardate questo set di Flickr.

Italic 2.0
il disegno di caratteri contemporaneo in Italia
contemporary type design in Italy

a cura di
Marta Bernstein, Luciano Perondi, Silvia Sfligiotti
con la collaborazione di
Giorgio Bellante, Guido Bertola, Antonio Cavedoni, Giangiorgio Fuga, Michele Patanè
testi in italiano e inglese
promosso da Aiap
edito da DeAgostini
design: Alizarina
in vendita sul sito Aiap