I Bianciardini (i libri fuori dal mercato di cui vi ho già parlato) non erano scomparsi, si erano solo dedicati a diffondere testi di un altro autore, Leo Longanesi. Con molto piacere ho letto qualche giorno fa da una mail di Riaprireilfuoco che il prossimo Bianciardino è una riedizione di Il lavoro culturale, il primo breve romanzo di Luciano Bianciardi, scritto nel 1957. Il racconto, ambientato nella provincia italiana del dopoguerra, tra speranze di rinnovamento e delusioni, regala alcune grandi pagine sul linguaggio della cultura passato al tritacarne della politica.

È un Bianciardino quadruplo – 64 pagine, ma il prezzo di (almeno) un centesimo rimane invariato. Per leggerlo e farlo conoscere il sistema è il solito: offrirvi come complici e diventare distributori. Leggete qui come si fa.