MPT(Issue23-24Poland)A5-1975_mini

Design Talks 2009 continua sotto il segno del design moderno, con una conferenza di Richard Hollis.Se dobbiamo prendere alla lettera l’affermazione di Robin Kinross, secondo il quale l’Inghilterra non ha mai veramente avuto un movimento moderno, Hollis è una figura anomala e significativa. Da subito è entrato in contatto con la Neue Grafik svizzera, e pur avendo contribuito a farla conoscere nel suo paese, non l’ha adottata acriticamente nel suo lavoro.

La grafica moderna, nella visione di Hollis, non è mai legata a un repertorio formale predefinito, ma nasce da una grande attenzione al testo e alle tecniche di riproduzione, riaffermando il ruolo del designer come mediatore di un processo sociale e culturale. Nella sua lunga carriera, Hollis ha lavorato in modo indipendente per gallerie d’arte (Whitechaper soprattutto), case editrici, istituzioni culturali, con un approccio fondato su un dialogo intenso con i clienti e autori. In questo senso, uno dei suoi progetti cruciali è il libro Ways of Seeing, di John Berger, recentemente ripubblicato da Penguin.
WaysSeeingCoverA5_mini

Anche nel raccontare la storia della grafica (come ha fatto in Graphic Design: A Concise History e in Swiss Graphic Design), Hollis sa vedere al di là delle forme dominanti in ogni periodo, mettendole in relazione con il contesto e le tecniche dell’epoca.

Nell’incontro alla SPD sarà possibile apprezzare il suo duplice e originale punto di vista sulla professione. L’incontro è aperto al pubblico.

Richard Hollis
Design Talks
mercoledì 10 giugno 2009, ore 18.30
Scuola Politecnica di Design
Via Ventura 15
20154 Milano
tel 02 21597590
www.scuoladesign.com
www.abitare.it