Open Projects poster

Il Festival de l’affiche et du graphisme di Chaumont inaugura sabato prossimo. Nell’ampio calendario di mostre ed eventi ce ne sono due a cui tengo in particolare. Il primo è la mostra Open Projects, frutto di una lunga ricerca che ho svolto insieme a Cristina Chiappini (e a cui corrisponde anche un libro, di prossima pubblicazione).

Open Projects raccoglie 51 progetti che corrispondono a diverse interpretazioni dell’idea di “progetto aperto”: esempi di un design che si adatta ai contesti ed è aperto alle interazioni sociali. In mostra progetti di: Barlock/Saskia Wierinck; Peter Bilak; Andrew Blauvelt; Catalogtree; Pierre Di Sciullo; Droga5; Faber&Faber/Marian Bantjes/PostSpectacular/Build; Fabrique; Jonathan Harris & Sep Kamvar; Integral Ruedi Baur; Jeremy Jansen; Lava; Ji Lee; Jürg Lehni; Lesley Moore; LUST; Anja Lutz; Luna Maurer; Mevis & Van Deursen ; John Morgan Studio; Norm; Project Projects; Jonathan Puckey; Alexis Rom Estudio; Sagmeister Inc; Stamen/Cassidy Curtis; Peter Ström; Studio Najbrt/Zuzana Lednicka; Thomas.Matthews; Thonik; ToDo; Tomato; Welcometo.as.

Il progetto grafico e l’allestimento sono di Alizarina e Cristina Chiappini Studio.

La seconda è un incontro/conversazione, a cura di Thierry Chancogne e Catherine Guiral, sul tema Archives: Emprunts-Empreintes, Inventaire-Inventions. Il tema dell’archivio, pur non essendo centrale nella mostra, è comunque fortemente presente in alcuni dei progetti: per questo motivo, i curatori mi hanno chiesto di partecipare all’incontro.

Ci sarebbe molto altro da dire, ma ve lo racconterò al ritorno, quando sarà uscito anche il libro!